Opere - Un amore

scheda del volume

titolo dell'opera: Un amore
autore: Giuseppe Notaro
genere: racconto
casa editrice: Calabria Letteraria - Gruppo Rubbettino
pubblicazione: dicembre 2018
pagine: 70
formato: 12 x 20
prezzo: € 7,00
ISBN: 978-88-7574-380-2

Rubbettino Editore

Calabria Letteraria Editrice - Gruppo Rubbettino

Acquista su rubbettino.it
acquista su rubbettino.it
(non disponibile)

Novità editoriali

Dopo il volume "Vivienne Lynch", Giuseppe Notaro torna con un nuovo racconto edito da Calabria Letteraria Editrice del Gruppo Rubbettino.
L'opera, dal titolo "Un amore", è già disponibile in libreria.

n o v i t à    e d i t o r i a l e   -   pagina in continuo aggiornamento

Descrizione

 Esistono le streghe? Un'amicizia online presto si trasforma in una storia inquietante...

"Solo perché non ci credete non vuol dire che non sIa vero".
(Katherine Howe)


Trama

   ----------


Stralcio dell'opera

dal capitolo primo

La vita è strana, a volte. Spesso non riconosciamo noi stessi, soprattutto quando realtà e fantasia si coniugano e ci trasferiscono in un mondo diverso.
Pigiai sui tasti, per cercare la fotografia.
Non poteva essere sparita, mi domandavo, mentre continuavo a maneggiare il mouse del mio pc.
Nessuno, tranne me, sapeva dell’esistenza di quella foto, che scattai durante la mia breve permanenza in Scozia, a una donna del luogo.
Accadde alcuni anni addietro, quando costei salì improvvisamente sulla mia auto, per proteggersi da un gruppo di scalmanati, che volevano aggredirla.
Ella sollevò il vetro del finestrino, e mi pregò, nella sua lingua, dicendomi:
“Parta, per favore!”.
“Prima o poi, ti prenderemo!”, continuarono a urlarle quelli, che si trovavano fuori.
Avviai l’auto, prima che gli stessi rompessero uno dei vetri e mi allontanai da lì, percorrendo la strada che conduceva verso la boscaglia.
Arrivato, mi fermai.
Era già buio e gli alberi infittivano le ombre.
“Cos’aveva quella gente, contro di lei?”, le chiesi.
La ragazza mi abbracciò, piangendo.
Portava sul capo una sciarpa che le copriva il viso. I suoi occhi erano bruni.
Mi apparve simile a una cerbiatta impaurita.
“Vogliono uccidermi!...”, mi spiegò, allorché si riprese da quello spavento.
“Ucciderla? E perché?”, le domandai.
Ella riprese fiato:
“Mi accusano di essere una strega!”, mi disse…
“Dove l’avrò messa, accidenti, quella foto?”.
Cercherò di rivedere le cose. Io mi chiamo Ed Ravesi e vivo nei pressi di Bagnara Calabra, un paesino di mare, situato all’estremo sud d’Italia. Ho da poco una relazione, con una giovane che possiede un B&B lì. È lei a gestirlo; ma nei momenti di pausa (mi occupo di fotografia), vado a darle una mano. Ketty ed io (così si chiama) abitiamo vicini, a poca distanza dal suo esercizio. Le nostre abitazioni sono una di fronte all’altra.
Mi chiesi perplesso:
“Quella ragazza… una strega?!”.
Feci scorrere il mouse sotto le dita, poi commentai: “Roba da medioevo!”. Stranissimo, pensai. Le streghe fanno parte ormai delle favole. Ma ora appariva tutto incredibilmente veritiero.

dal capitolo quinto

«Questa è la notte delle streghe, signor Ravesi!», mi disse Hans osservando il castello, in cima alla rocca e con un timbro di voce che incuteva paura. Infine mi lasciò al cottage.
«Non lo dimentichi!», mi ripeté prima di andar via con la sua auto. Assentii per fargli piacere.

dal capitolo settimo

Il bosco aveva un’aria sinistra. Si vedeva poco, a causa della vegetazione che, in certi punti, diventava più fitta. Di quando in quando, la luce del sole filtrava attraverso gli alberi.
Tuttavia proseguii.
Le foreste erano tutte eguali, mi ero detto per farmi coraggio.
Con Ketty ci eravamo addentrati, spesse volte, nel bosco per raccogliere funghi. Ma qui era differente. Tutto appariva inesplorato e desolato.
Camminai per un bel po’. Dopo sentii appetito. Per cui, mi levai lo zaino e mi sedetti, per rifocillarmi.
Udivo gli uccelli sbattere le ali tra le cime degli alberi. Era come se non gradissero la mia intrusione in quel luogo, o come se volessero avvisarmi di qualcosa. Forse perché attratti dalle briciole. Invece, apparivano inquieti.
Un uomo passando, mi vide e si fermò. Posò a terra l’ascia che aveva con sé e mi domandò se avessi bisogno di qualcosa. Aveva l’aria di conoscere il luogo.
«Sto cercando una certa Gutenberg!», risposi, senza specificare. «Mi hanno detto che vive nel bosco!».
«Gutenberg?», fece l’uomo.
«Sì, Gutenberg», confermai.
«Se fossi in lei», disse, «non mi addentrerei qui, signore! È pericoloso».
Non aggiunse altro. Ripose l’ascia sulla sua spalla e riprese il cammino, voltandosi più volte indietro, impaurito.
«Comunque, c’è un’uscita non lontano da dove siamo!», disse lo stesso, fermandosi nuovamente, per indicarmi con l’altra mano la direzione verso cui egli andava.
Non ebbi neanche il tempo di ringraziarlo che questi era già sparito.
“Non avrei dovuto addentrarmi in quel luogo. Ma perché?”.
Mi venne da pensare che l’uomo aveva detto ciò temendo che potessi smarrirmi, avendomi egli indicato un’uscita più vicina.
A tal fine, avevo prudentemente segnato gli alberi, di modo che sarei potuto tornare allo stesso punto da cui ero partito.
“Ma cos’era che lo aveva spaventato? Forse, l’avere io pronunciato il cognome 'Gutenberg?'”.

Dicono del volume...

     Raccolta recensioni
     Raccolta rassegna stampa

     ----------


Riconoscimenti e premi letterari

- Finalista al Concorso letterario "Gian Antonio Cibotto" 2019, Rovigo

Incontri con l'autore - Eventi sul volume - Varie

    19 maggio 2019 - Casa San Gaetano Catanoso, Gallico Superiore. Presentazione ufficiale del volume. Relatrice: prof.ssa Nanà Bertè, presidente dell'Associazione Culturale "Phonè". Lettura dei brani a cura di Adele Bertè. Intermezzo musicale a cura di Saverio Chirico, Paolo Trapani e Gianluca Caracciolo. Organizzazione: Associazione Culturale "Phonè".

   22 giugno 2019 - Fattoria Urbana, Catona. Incontro con l'autore. Relatore: dott. Antonino Santisi, presidente dell'Associazione culturale "Il salotto dei poeti". Lettura dei brani a cura di Antonella Martino e Maria Apalaghitei. Organizzazione: Associazione Culturale "Il salotto dei poeti".

   11 luglio 2019 – Parco della Mondialità, Gallico. Xenìa Book Fair, Fiera del Libro all’aperto sull’Accoglienza. Incontro con l'autore. Moderatrice: Maria Teresa Notarnicola. Lettura dei brani a cura di Bruno Laganà. A seguire incontro al salotto dell'autore, a cura di Valentina Alfarano.